Startup sociali, si può fare!

Di startup che operano sui social se ne parla tutti i giorni, tutti (più o meno) hanno “l’idea che rivoluzionerà il mercato“. Si parla di integrazioni con le più disparate piattaforme conosciute (dal succitato instagram a facebook, da twitter a pinterest) per condividere le più complesse perversioni che mente umana possa avere come foto di scarpe, ai selfies del proprio animaletto domestico e così via.

Ecco, oggi vi vorremmo parlare di un diverso tipo di “startup sociale“. Di quelle che cercano di migliorare lo status quo aiutando persone disagiate o anche semplicemente favorendo una cultura ecologica e sociale differente.

Su questo ambito con ideato abbiamo iniziato lo scorso anno, e rinnovato anche quest’anno, un’esperienza con FabriQ come mentor di startup “sociali”, aiutiamo cioè giovani imprenditori a raffinare la propria idea ed a testarla su un mercato che, molto probabilmente, non scalerà come quello di AirBnB ma che aiuterà, nel suo piccolo, a migliorare la qualità della vita di un po’ di persone.

Se avete un’idea che sposa questa filosofia vi consigliamo di iscrivervi al programma di incubazione che (ri)partirà il 16 marzo e che sarà presentato ufficialmente il 20 gennaio.

Fatti “contaminare” da ideato

Sono aperte le iscrizioni alla prima edizione del Contamination Lab Napoli un percorso formativo totalmente gratuito portato avanti dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e da alcune imprese innovative italiane, tra cui ideato.

Il CLab è un luogo di contaminazione tra studenti di discipline diverse ed ha lo scopo di promuovere la cultura dell’imprenditorialità, dell’innovazione e del fare, l’interdisciplinarietà e nuovi modelli di apprendimento.

(altro…)