ElasticDot, l’unico Cloud Platform per WordPress è italiano

Il costante aggiornamento tecnologico e il continuo miglioramento in termini di accesso, utilizzo e sicurezza della rete ha fatto emergere la necessità di spostare l’attenzione verso temi come Cloud Computing e metodologia DevOps. Automatizzare la parte di configurazione dei server e portare il lavoro di sviluppatori e sistemisti ad un altro livello è compito difficile ma realizzabile!

ideato, da sempre molto coinvolta nell’ecosistema dello sviluppo e nella creazione di strumenti per sviluppatori, si è avvicinata a grandi passi verso nuove idee, nuove tecnologie e nuove startup.
Dopo gli investimenti su Youcare, ideato entra in un nuovo progetto investendo delle quote in ElasticDot, la prima PaaS al mondo per il cms WordPress.
L’acronimo PaaS sta per “Platform as a service” ed è una categoria di Cloud Computing che permette di gestire, sviluppare, implementare e testare applicazioni senza la complessità legata ad un software di base.

ElasticDot è una startup nata dalle esigenze e le problematiche affrontate da Daniel Marzini, attuale CEO, e fornisce un servizio semplice ed utile a sviluppatori, professionisti e agenzie che si occupano di sviluppo siti web.

“ElasticDot è nata prima di tutto da un nostro problema: potersi focalizzare sullo sviluppo ed il miglioramento di sistemi e applicazioni web senza doversi preoccupare di server, della loro configurazione e manutenzione” ci racconta Daniel Marzini.
“Abbiamo gestito, disegnato e operato infrastrutture web complesse per anni, oltre 12 anni nel mio caso – continua Daniel – e ci è sempre stato chiaro che molte operazioni avrebbero potuto essere automatizzate e migliorate. ElasticDot è un mix di tecnologia ed esperienza utilizzati per raggiungere un obiettivo arduo: restituire agli sviluppatori il controllo delle loro applicazioni WordPress, cambiandone l’esperienza di sviluppo e permettendo di dimenticare i server, limiti dell’hosting e controllarne la messa online come mai prima”.

Il servizio offerto da ElasticDot è scalabile, veloce e semplice da usare grazie al linguaggio open-source Ruby e all’appoggio sull’infrastruttura di Amazon: con ElasticDot non è necessario configurare nulla e non è più necessario preoccuparsi di problemi come le performance di WordPress o lo svuotamento della cache.

Abbiamo chiesto a Daniel come vede ElasticDot tra qualche anno e ci ha confessato che la vede come “lo standard de-facto per lo sviluppo e la messa online di app WordPress”. Negli ultimi mesi sono state apportate decine di migliorie alla piattaforma e lui stesso è sbalordito per ciò che insieme al suo team è riuscito a costruire nei primi diciotto mesi di vita della società.

I futuri sviluppi della piattaforma si dirigono verso due grandi driver:

  1. la qualità della piattaforma e dell’esperienza ElasticDot,
  2. lo sviluppo di funzionalità che risolvano problemi e migliorino la vita dei clienti.

ideato metterà a disposizione di ElasticDot la sua competenza php e svolgerà attività di consulenza tecnologica per sostenere la promettente startup.

“L’investimento di ideato ci aiuterà nell’espansione dell’acquisizione di nuovi clienti e nel continuo miglioramento della qualità dell’esperienza ElasticDot” conclude Daniel.

Un grande inizio per una grande collaborazione!