Ecapital: le startup incontrano il mercato

Ecapital business plan competition è allo stesso tempo un concorso e un’opportunità dove poche startup selezionate sono chiamate a esporre le proprie idee imprenditoriali per un primo incontro reale con il mercato.

Una giuria di investor nazionali possono esprimere la propria opinione attraverso una scheda di valutazione e quindi dare feedback più o meno positivi sulle idee esposte.

ideato, già da qualche anno attiva nel mondo delle startup come supporto tecnico e di sviluppo ma anche come investitore, ha partecipato a Ecapital per dare un proprio contributo e un proprio giudizio sulle idee emergenti.
Francesco Trucchia, insieme ad una giuria composta da altri quattro imprenditori, ha ascoltato i pitch di alcune startup e ha espresso il suo giudizio in base alla sua esperienza.

Le idee sono tante e il mercato è pieno di competitor e di difficoltà; non è facile far valere la propria idea e portarla avanti.
Sviluppare e creare una startup, farla crescere e trasformarla in qualcosa di concreto significa avere determinazione e buone idee.

Francesco parla di disruptive innovation, termine usato in business e tecnologia per descrivere le innovazioni che migliorano un prodotto o un servizio in un modo che il mercato non si aspetta.
Per intraprendere il percorso di una startup, quindi, bisogna avere idee disruptive: un’innovazione dirompente, infatti, contribuisce a modificare un mercato esistente e la sua rete di valore attraverso diversi processi e tecnologie che collaborano a distruggere e creare nello stesso tempo.

I punti di forza di una startup, dunque, sono sicuramente un’idea disruptive, un team eterogeneo fatto da persone con diverse esperienze e competenze, un business model sul quale poter lavorare prima ancora di scegliere la tecnologia adatta per lo sviluppo.

Ecapital è stato sicuramente un evento utile per gli startupper e interessante per gli investor che si occupano quotidianamente di startup come ideato.