Symfony Day 2015: un recap per chi non c’era

Symfony Day

Come ogni anno, lo scorso 9 ottobre abbiamo partecipato al Symfony Day, l’evento di riferimento su Symfony, organizzato da Grusp e PugMoRe, che introduce le best practice e ne mostra case study ad alto livello.
Quest’anno la conferenza itinerante è stata ospitata a Reggio Emilia: i biglietti sono andati a ruba molto presto e una consistente quota rosa ha partecipato ad una giornata ricca di argomenti.

La conferenza è stata inaugurata dal talk del nostro CTO Michele che ci ha parlato di migrazione a Symfony 3, illustrando come gestire le API deprecate nel core del framework e come affrontare l’upgrade step by step. Come sempre, Michele si è dimostrato un grande speaker e un professionista prezioso.

Successivamente è stato il turno di Daniele D’Angeli che ci ha illustrato un interessante caso di studio sulle componenti Symfony in architetture microservices; Marco Perone che ci ha parlato del nuovo standard PSR-7 e Alessandro Lai che ha affrontato lo spinoso argomento dei test paralleli presentanto ParaUnit, un tool che consente di risolvere i problemi di isolamento e concorrenza delle fixture.

Post pausa pranzo è dura recuperare la concentrazione, si sa. Forse è proprio per questo che gli organizzatori hanno deciso di scegliere il nostro Manuel per riprendere con i talk: in un intervento utile e brillante con la giusta dose di ironia, il nostro COO ha affrontato sotto una nuova luce il tema della migrazione. In “Come migrare senza dolore da * a Symfony 2” abbiamo visto vantaggi e svantaggi di riscrivere il codice interamente piuttosto che riscrivere le singole features man mano che l’applicazione evolve.

Si sono susseguiti poi i talk di Walter Dal Mut su InfluxDB, un database per le metriche e le analisi delle perfomance, e di Gianluca Arbezzano sul componente di caching di Doctrine. L’onere e l’onore di concludere la giornata è spettato a Marco Albarelli che ha presentato un talk su JWT (JSON Web Token), uno standard emergente per gestire le autenticazioni.

Le conferenze del GrUSP sono sempre una garanzia, sia per quanto riguarda l’organizzazione che per il programma e la scelta dei talk. Siamo tornati a casa soddisfatti e arricchiti di nuove idee, pronti a metterle in pratica in attesa delle prossime conferenze alle quali parteciperemo (come speaker, sponsor e attendee):

 

Tra qualche giorno pubblicheremo slide e video dei talk: se non vuoi perderteli, c’è solo una cosa che puoi fare…

Iscriviti alla newsletter