Codemotion Milano: tutto bene quel che finisce bene

Codemotion Milano. Dopo la chiusura della seconda edizione del Codemotion 2014, vogliamo raccontarti le nostre impressioni sull’evento e come sono andati i nostri talk. Certamente è stata una bella esperienza sia dal punto di vista professionale che da quello personale, un’opportunità di confronto in cui ritrovare tanti vecchi amici.

Le persone, l’ambiente e i talk

Nelle due giornate di conferenza – tra argomenti che spaziavano dal BigData, Cloud, Internet of Things, alla UI/UX, Mobile, DevOps e project management – ci sono stati circa 1500 partecipanti, 100 talk di cui il 50% internazionali e 19 startup.

Insomma, un ambiente dove aggiornarsi, confrontarsi e una buona occasione di recruiting. In generale i talk – ben suddivisi per track – sono stati interessanti ma ci aspettavamo qualcosa di più dall’evento.

Uno dei talk più interessanti ai quali abbiamo assistito, è quello di Gabriele Lana ‘La professione dello sviluppatore (3 anni dopo)’: partendo dal presupposto che lo sviluppatore è al centro dello sviluppo del software e il software è al centro di buona parte dell’odierna attività umana, Gabriele si è concentrato sul ruolo dello sviluppatore, sulla sua professione e di come dovrebbe essere al centro di ogni metodo, agile e non. Perché 3 anni dopo? Perché il suo talk è nato all’Agile Day 2011 e quello del Codemotion Milano ne è stato il proseguimento. Qui il video del talk del 2011:

Durante la giornata del 28 siamo stati particolarmente assorbiti dalla preparazione dei talk che abbiamo presentato: il primo di Francesco e Riccardo ‘BDD: tutta questione di comunicazione (slide), il secondo di Francesco – Fullo –  Crea il tuo ecosistema (slide). Entrambi sono andati bene: abbiamo ricevuto feedback positivi e commenti interessanti.

Esperienza positiva e da ripetere!


tasso e ric slide  ric e tasso fianle

I tweet dell’evento sul social wall di Codemotion Milano 2014!

Se non sei riuscito a seguire i talk, richiedi un workshop personalizzato!