Quando tra cliente e fornitore…. è subito amore!

soisy cliente e fornitore

Oggi vogliamo raccontarti una storia a lieto fine, quella tra cliente e fornitore.
Utopia? Assolutamente no!
La cosa bella che rende questo post speciale è che non saremo noi a raccontarti come è andata ma sarà Pietro, fondatore di Soisy.
Soisy è una start up innovativa che vuole reinventare il mondo dei servizi finanziari offrendo una piattaforma web e mobile di prestito tra privati (peer to peer lending) di cui abbiamo già parlato nel nostro portfolio. Oggi ti raccontiamo gli aspetti meno tangibili del lavoro fatto con Soisy.
Con questo post, ovviamente, non vogliamo togliere nulla a tutti i nostri clienti presenti e passati: saremmo felici di accogliere commenti di chiunque ne abbia voglia per raccontare com’è lavorare con Ideato. Intanto grazie Pietro e grazie Soisy!

Se ripercorro indietro la storia tra Soisy e Ideato, dal primo incontro a Cesena, passando per gli iteration meeting e ogni stand up mattutino, penso ad una relazione di oltre un anno in cui non ci siamo mai stancati di migliorare il prodotto, stimolarci a vicenda, essere onesti reciprocamente. Un partner non è solo quello di una storia d’amore. O mettiamola così: possono esserci anche storie d’amore… lavorative!
E, per mantenere la metafora, tra noi e Ideato è sicuramente scoccata una scintilla: noi di Soisy ci siamo innamorati della professionalità, competenza e agilità dell’azienda e di tutte le persone che ci lavorano.

Ad Ideato dobbiamo sicuramente un approccio strutturato e professionale al progetto, un coinvolgimento totale per capire il nostro business need e la messa a terra dello sviluppo impeccabile nonostante, a detta del team Ideato, sia stato uno dei progetti più complicati che hanno seguito lato back­end.

Oltre alla professionalità, da Ideato mi sono lasciato ispirare anche per la nostra organizzazione lavorativa: prima pensavo che il lavoro da remoto fosse possibile ma solo parzialmente, mentre dalla collaborazione con loro e da come funzionava bene il lavoro da remoto con gli sviluppatori Ideato, mi sono convinto che il loro metodo organizzativo funziona ed è applicabile non solo al mondo sviluppatori ma anche a noi come start up. Quindi oggi siamo una start up che lavora totalmente da remoto anche grazie al loro modello e buon esempio!

Inoltre, gran parte del nostro project management è ispirato al modello lavorativo di Ideato: Trello, Slack, kanban, iteration meeting e stand up, prima li abbiamo “subiti” da partner perché loro li usavano e ci chiedevano di usarli per collaborare meglio, ma la collaborazione è andata talmente bene che ho deciso di farli nostri nel modello organizzativo di Soisy.

Ad Ideato devo dunque non solo il lato tecnico della nostra piattaforma, ma anche l’imprinting per la nostra struttura organizzativa e per come “funzioniamo”.

Uno degli aspetti che ci ha colpito particolarmente dell’approccio di Ideato, è stato il loro lavorare in ottica iterativa ed incrementale che permette di ridefinire la direzione verso cui bisogna muoversi durante l’intero ciclo di vita del progetto. Questo ovviamente cozzava totalmente rispetto alla nostra esperienza in progetti bancari (molti di noi in Soisy provengono dal mondo bancario) che duravano anni e quando si raggiungeva una soluzione ­questa era vecchia di altrettanti anni e non più adatta al mercato di riferimento. Ecco, con Ideato la sensazione è stata diversa: sin da subito avevamo infatti la sensazione di produrre, deliverare o aggiustare il tiro se sbagliavamo.

Questo approccio di continuous delivering & improving, vissuto lato cliente, è stato davvero positivo: abbiamo visto risultati tangibili da subito! Sapevamo di averli messi di fronte a una piattaforma di peer ­to ­peer lending complessa, ma con il loro modello di lavoro fatto di un pezzetto alla volta e delivery, ci hanno fatto percepire il risultato e la qualità dei nostri e loro sforzi in ogni momento del progetto, il che faceva aumentare la soddisfazione percepita. Inoltre ci hanno fornito feedback onesti, immediati e tempestivi in caso di errori, che hanno permesso di correggere immediatamente il tiro, andando ad intervenire in un momento storico molto vicino a quello dello sviluppo e quindi con un know how per svilupparlo fresco fresco. Il risultato è stato che non ci trovavamo di fronte a problemi enormi da correggere, ma elementi piccoli e risolvibili in breve.

Last but not least, con Ideato abbiamo percepito da subito un livello di massima sicurezza, sia lato metodologico nello sviluppo dell’architettura della piattaforma, sia in virtù del testing continuo: ogni nuova delivery è stata testata premurandoci di non andare a danneggiare o impattare in qualche modo su quanto già deliverato.

In generale, siamo più che soddisfatti di aver scelto Ideato: attraverso un gruppo di lavoro collaborativo e fatto di grandi professionisti, abbiamo stabilito scope, budget e le scadenze del progetto e siamo sempre riusciti a centrare ogni obiettivo o a ri­schedularlo in progress.

Pietro Cesati, CEO & Founder Soisy